Ginecologia

La Ginecologia è la specializzazione della medicina che si occupa della fisiologia e delle patologie che riguardano l’apparato genitale femminile. E’ il corrispettivo dell’andrologia, e cioè la branca della medicina che studia la fisiologia e le disfunzioni dell’apparato riproduttore e urogenitale maschile.


Che cos'è la visita ginecologica?

La visita ginecologica consiste nella valutazione dell'apparato genitale femminile (genitali esterni ed interni). Durante la visita ginecologica la paziente si siede sul lettino ginecologico a gambe divaricate. Il medico esegue l'esplorazione visiva della vulva e introduce in vagina un piccolo divaricatore in plastica monouso, che permette di visualizzare il collo dell'utero ed eseguire il Pap test. Rimosso il divaricatore, si procede all'esplorazione vaginale: il medico, attraverso un dito in vagina, valuta le caratteristiche dell'utero e delle ovaie. La visita ginecologica può essere completata da un'ecografia transvaginale di supporto (ecografia Office o ambulatoriale), per valutare la presenza o il sospetto di patologie come fibromi, polipi endometriali o cisti ovariche. La visita e l'ecografia non sono dolorose. Se il medico avverte tensione muscolare inviterà la paziente a rilassarsi e questo migliorerà la qualità della visita.

 

 

 

Timori durante la visita ginecologica


Può a volte spaventare l’idea di ritrovarsi con la propria vagina completamente scoperta e stuzzicata da alcuni strumenti ginecologici, si teme insomma che la visita ginecologica possa essere dolorosa, ma è importante rilassarsi, altrimenti non si riesce a viverla nel modo più corretto possibile. Il fastidio è inevitabile, ma non è percepito come dolore, sicuramente la differenza la fa anche la fiducia che si ripone nel ginecologo, è sempre opportuno scegliere una persona affidabile che infonde serenità e sicurezza. Come si svolge solitamente una visita ginecologica? Una volta scelto il proprio medico si prenderà un appuntamento e ci si recherà nel suo studio, non c’è un rito preparatorio particolare, ma chiaramente è bene vestirsi comode e soprattutto essere ben pulite. Prima che inizi la visita ginecologica la paziente dovrà sedersi su una particolare sedia in cui le gambe saranno alzate ed aperte, in modo da dare la possibilità al ginecologo di poter visitare al meglio la vagina.

 

Come avviene la visita ginecologica

E’ opportuno che la paziente sia totalmente rilassata, senza particolari timori ed imbarazzi. La visita ginecologica può poi procedere con il medico che guarderà attentamente la zona vaginale, per rilevare particolari infiammazioni, poi si avvarrà di uno strumento, lo speculum, che verrà introdotto all’interno della vagina per osservare al meglio la sua parete interna e soprattutto il collo dell’utero. Solitamente poi la visita ginecologica prevede anche il pap test, ossia il prelevare una piccola parte del cellule del collo dell’utero per capire se possano esserci elementi tumorali. Non mancheranno poi le domande da parte del medico che vorrà capire soprattutto l’andamento del ciclo mestruale.



A cosa serve la visita?

La visita ginecologica serve per valutare lo stato di normalità dell'apparato genitale femminile ed escludere la presenza di patologie. È utile sottoporsi periodicamente alla visita ginecologica e al Pap test (meglio ogni 1 o 2 anni). La diagnosi precoce di patologie come il tumore all'utero, i fibromi o l'endometriosi, migliora la possibilità di cura. serve ad effettuare la diagnosi precoce di patologie come il tumore all'utero, i fibromiomi, i polipi endometriali e cervicali oppure l'endometriosi.

 

 

Recapiti

Giancarlo Cariati
Studio: Via Isonzo, 2/M (Palazzo UBI Banca) 87100 - Cosenza (CS) Italia

  • Appuntamenti: (+39) 335 1443463
  • (+39) 338 2349362