Il primo rapporto sessuale

Si sta avvicinando il momento della tua prima volta e probabilmente hai già un sacco di opinioni ricavate dall'esperienza dei tuoi amici. Ma è sempre meglio essere veramente preparati su ciò che occorre per vivere un'esperienza indimenticabile senza rischi.


Contraccezione

A meno che tu e la tua ragazza (o la tua partner occasionale) stiate decidendo di avere un bambino, in tutti gli altri casi sarà necessario ricorrere ad un metodo contraccettivo, cioè un metodo per evitare la gravidanza. I metodi contraccettivi esistenti sono moltissimi e puoi conoscerli tutti sfogliando le pagine di questo sito. Qui mi basta dire due cose:

  • la pratica del coito interrotto, ovvero tirar fuori il pene dalla vagina prima dell'eiaculazione, non evita la gravidanza al 100%. Infatti, prima dell'orgasmo e dell'eiaculazione, per tutto il periodo in cui si è eccitati e con il pene in erezione, dalla punta del pene escono piccole goccioline di un liquido trasparente (liquido pre-eiaculatorio, o di Cowper). Normalmente non si riesce a sentire quando queste goccioline fuoriescono. Questo liquido è potenzialmente fecondante perché può contenere spermatozoi. La pratica del coito interrotto quindi non è sufficiente per evitare la gravidanza.
  • il contraccettivo più comune, che non ha bisogno della prescrizione medica per essere acquistato e usato, che si può comprare ovunque e anche qui, è il preservativo. Il preservativo, usato correttamente, assicura la contraccezione al 100%.


Il preservativo va indossato prima della penetrazione del pene nella vagina, nel modo descritto dalle istruzioni. La cosa migliore da fare se prevedi che nei prossimi giorni potrai avere il tuo primo rapporto sessuale è esercitarti da solo ad indossarne uno correttamente. Se non sei il tipo che programma il suo primo rapporto sessuale in agenda, ti conviene farti trovare pronto se c'è la possibilità che si liberi casa, se stai per partire per le vacanze, se frequenti le discoteche, ecc. Il consiglio è di non aspettare l'ultimo momento e di avere un preservativo sempre con te in tutte le occasioni "potenzialmente sessuali". Questo non significa che devi necessariamente cercare di usarlo in serata: i preservativi conservati correttamente assicurano la loro funzionalità per 5 anni dalla fabbricazione.

 

 

Malattie Sessualmente Trasmissibili

Il rapporto sessuale comporta la possibilità di scambiarsi malattie che vanno da lievi infezioni a carico degli organi sessuali fino ad arrivare alla tristemente famosa, poiché mortale, HIV/AIDS. Per essere informato su tutte le malattie che si possono contrarre sessuamente, puoi sfogliare le pagine di questo sito. Alcune malattie sessualmente trasmissibili sono curabili facilmente, altre sono fastidiose e tendono a ripresentarsi spesso, per altre ancora non è stata trovata una cura. Alcune malattie, come ad esempio l'influenza, si trasmettono da persona a persona solo attraverso l'aria (e quindi non è consigliato stare vicino a chi ha l'influenza); altre malattie si trasmettono solo tramite rapporto sessuale o scambio di sangue.

Questo significa per esempio che non si deve avere timore di stare vicino ad una persona malata di HIV/AIDS ma solo di avere rapporti sessuali non protetti. Per essere sempre sicuri di non contrarre malattie sessualmente trasmissibili, specie se si ha un rapporto sessuale occasionale o non si conosce il passato della propria compagna, per tutelare la propria salute e anche quella dell'altro è bene usare il preservativo. I preservativi, quello classico per uomini e il nuovo preservativo per donne, fungono da barriera tra il pene e la vagina e sono gli unici strumenti in grado di proteggervi efficacemente.

 

Ansia da prima volta

Chi per un motivo, chi per l'altro, molti ragazzi non sono tranquilli al loro primo rapporto sessuale. C'è chi ritiene di dover dimostrare di essere all'altezza della situazione magari perché ha una ragazza non alla prima esperienza; c'è chi deve dimostrare ai propri amici maschi di essere virile e capace; c'è chi si domanda "riuscirò a soddisfarla?"; c'è chi non sa letteralmente dove mettere le mani e il pene; c'è chi teme perchè qualcuno gli ha detto che la prima volta è dolorosa e così via.
I motivi di ansia sono molti. L'atteggiamento più felice e sereno che si può adottare è giocare e sperimentare. Ovviamente la situazione migliore è quella di una coppia arrivata in modo naturale al momento del rapporto sessuale e che quindi ha già coltivato una certa confidenza con il proprio corpo e con quello della propria partner.

In ogni caso non è importante far credere di essere superman, non è importante dimostrare che non è la prima volta, non è importante fare quelle cose che abbiamo visto fare nei film porno o in TV. La cosa importante è concedersi allo scambio di piacere e di affetto, così come viene, con un po' di attenzione all'uso corretto del preservativo. Usare il preservativo, sebbene possa creare qualche imbarazzo quando lo si tira fuori come un coniglio dal cilindro in un gioco di prestigio, sebbene possa fermare momentaneamente il normale corso dello scambio di carezze, ripaga moltissimo dando maggiore sicurezza durante la penetrazione. Non indossare il preservativo infatti aumenta l'ansia poiché la mente si concentra sulla sensazione dell'uscita del seme dal pene e sulla possibilità di trasmissione di malattie anzichè pensare al piacere del momento.

 

 

Quanto dura

Tutto ciò che si sa sul sesso spesso viene dai film porno o dai racconti strabilianti degli amici. Ma quanto dura veramente? Il primo rapporto sessuale può durare anche pochi secondi visto l'entusiasmo e l'eccitazione del momento. Quando si è giovani però il periodo refrattario, cioè il tempo che occorre per poter avere un nuovo rapporto, può essere anche solo di pochi secondi o pochissimi minuti quindi è possibile avere subito un nuovo rapporto. Una volta estratto il preservativo pieno di sperma, il pene ne sarà ancora bagnato. Ciò significa che il secondo rapporto dovrà avvenire indossando un nuovo preservativo, avendo cura di indossarlo dal lato giusto.

 

Al primo rapporto si prova dolore o piacere?

Il sesso è piacevole, lo sanno tutti, non per niente è tanto ricercato da tutti. I timori sui dolori sono dovuti ad alcune storie legate alla verginità. Per le ragazze può essere doloroso per una questione soprattutto psicologica e un po' per la rottura dell'imene. Per gli uomini invece il primo rapporto sessuale non è doloroso. Qualcuno ritiene che sia doloroso perché pone l'equivalenza frenulo=imene. Il primo rapporto sessuale è piacevole ma si impara a cogliere le differenze e i gradi diversi del piacere solo attraverso la pratica, l'esperienza e il passare degli anni. Ma la pratica e l'esperienza non vanno confusi con l'esercizio: il sesso non è un esercizio ginnico ma necessita di affinità tra i partner, confidenza e intimità, tutte cose che si possono coltivare lentamente nei rapporti amorosi, col tempo e la passione.

 

Una scelta consapevole: come decidere che è arrivato il momento giusto per la prima volta?

La prima cosa che dovete considerare, è quella di cominciare ad avere rapporti sessuali, solo quando vi sentite effettivamente “pronte”, cioè quando siete sicure di affrontare questa esperienza perché effettivamente lo volete voi, perché sentite di aver trovato il ragazzo “giusto” in quanto lo conoscete da tempo, vi trovate in sintonia proprio perché avete avuto tempo di conoscervi e di scoprire veramente le vostre affinità, e non perché vedete le altre amiche che l’hanno già fatto, o perché il non aver avuto ancora rapporti vi fa sentire “emarginate”, “anomale”, o “fuori dal gruppo”, e quindi “bisogna farlo!”, come mi sono sentita dire a volte da alcune di voi. D’altronde la conoscenza approfondita del ragazzo di cui siete innamorate, è fondamentale per vivere una sessualità felice, libera da ansie, paura di non essere all’altezza, ricca di complicità, che vi permette di “ridere insieme”, di fidarvi ciecamente l’uno dell’altro, tutti fattori che contribuiscono a far si che il rapporto sessuale sia vissuto al meglio, con piacere, gioia e senza problemi.

L’atto sessuale infatti per essere appagante e soddisfacente, deve realizzarsi tra due persone che si piacciono non solo fisicamente, ma soprattutto devono conoscersi e piacersi anche a livello emotivo, perché, hanno notevoli affinità di carattere, di gusti, di idee, si sono creati stima, rispetto, complicità, fiducia, tutte cose che si possono sapere solo dopo un periodo più o meno lungo di frequentazione e di condivisione di esperienze di vita insieme. La vostra prima esperienza sessuale, deve essere una scelta sentita e motivata proprio e prima di tutto, da voi, non dovete sentirla come una” forzatura”, e va affrontata con responsabilità e maturità, pensando prima di tutto a una forma sicura di contraccezione, perché non è certo quello che volete, diventare mamme in un’età così giovane, quando avete tante altre cose da progettare prima, come gli studi, i divertimenti, i viaggi, le esperienze, il lavoro, ecc.

Poi dovete pensare a rimanere in buona salute, evitando assolutamente la possibilità di contrarre delle malattie che si trasmettono con i rapporti sessuali, come l’AIDS, la sifilide, l’HPV, la clamydia, e molte altre, che possono compromettere anche seriamente la vostra salute (per es.AIDS) o alterare la vostra fertilità futura (clamydia), impedendovi di avere dei figli, o causandovi delle lesioni (HPV) che con gli anni, possono determinare l’insorgenza di tumori all’utero.

 

 

Quindi come fare a stabilire che si è veramente pronte ad affrontare la vostra prima volta?

Semplicemente lasciandovi guidare dal vostro buon senso, ascoltando attentamente quello che sentite realmente nei confronti di questo ragazzo, e adottando le dovute precauzioni per evitare gravidanze indesiderate e le malattie sessualmente trasmesse.

 

E’ vero che la prima volta si prova tanto dolore? Posso rimanere incinta?

Durante il primo rapporto sessuale, può succedere di avvertire dolore, e di avere delle piccole perdite di sangue, a causa della lacerazione di una piccola membrana detta imene che si trova all’entrata della vagina. Una volta lacerato, l’imene non si rimargina, e questo determina la perdita della cosiddetta verginità. L’intensità del dolore è estremamente variabile da soggetto a soggetto, e non è detto, comunque, che in occasione del primo rapporto sessuale completo si provi necessariamente dolore, o si abbiano perdite di sangue, specialmente se l’imene è molto elastico o “compiacente”. Se il rapporto è fortemente desiderato, e c’è una buona intesa, in genere anche se si verifica il dolore è comunque di intensità lieve e di breve durata. A volte però può capitare di avvertire un dolore particolarmente intenso, che in alcuni casi arriva ad ostacolare il rapporto. In questi casi, è necessario valutare con l’aiuto del ginecologo le possibili cause.

Ad esempio se non eravate proprio convinte, e il rapporto lo avete vissuto come una forzatura da parte del vostro ragazzo che ha molto insistito, ma voi non eravate pronte, o perché avevate paura in quanto non erano state utilizzate metodiche contraccettive, questo determina la mancanza di eccitazione, con assente o scarsa lubrificazione della vagina, responsabile del forte dolore durante il rapporto. In altri casi, il dolore può essere dovuto al fatto che l’ imene è molto rigido e poco elastico, o cercinato, oppure può essere dovuto alla paura della penetrazione, con conseguente spasmo dei muscoli della vagina, cioè il vaginismo. Nel rapporto sessuale, sono coinvolti fattori emotivi e fattori fisici, per cui è importante essere rilassate, convinte, e protette da rischi di gravidanze indesiderate che possono verificarsi anche se si tratta del primo rapporto.

 

Cosa bisogna fare per prepararsi alla prima volta?

Un colloquio con il vostro ginecologo vi aiuterà moltissimo. Prima di tutto dovete pensare a una forma sicura di contraccezione. La pillola, o altri tipi di contraccezione ormonale, come il cerotto o l’anello vaginale sono quelli più adatti a te, se non ci sono controindicazioni. I contraccettivi ormonali ti danno:

  1. Una sicurezza contraccettiva altissima (quasi il 100%) se li assumi correttamente.
  2. Se ti senti sicura da un punto di vista contraccettivo, vivrai il tuo rapporto sessuale con serenità e sarà più piacevole, e ti consentirà di avere un’intesa migliore con il tuo ragazzo.
  3. La pillola possiede, oltre all’effetto contraccettivo, anche un effetto terapeutico: può aiutarti a regolarizzare le mestruazioni, e ridurre la quantità mestruale, è ottima se hai le mestruazioni dolorose, o disturbi prima del ciclo (sindrome premestruale), è efficace se hai problemi di acne, o un eccesso di peli superflui.

Il ginecologo ti guiderà nella scelta del tipo di pillola (ne esistono di diversi tipi), cerotto o anello.

 

La paura delle malattie


Un altro motivo di preoccupazione in occasione del primo rapporto è la paura di contrarre malattie tramite i rappoti sessuali. Le malattie che si trasmettono con i rapporti sessuali (MST) sono diverse e possono essere causare da diversi tipi di microrganismi. Un modo sicuro ed efficace per ridurre il rischio di contagio è l’utilizzo del profilattico, che va quindi abbinato alla pillola. E’ importante però sapere utilizzare nel modo corretto il profilattico, ecco quindi alcune piccole regole che ti aiuteranno ad utilizzarlo nel modo giusto:

  1. Va indossato fin dall’inizio del rapporto;
  2. il pene deve essere estratto dalla vagina ancora in erezione subito dopo l’eiaculazione, per evitare che ci siano perdite di sperma dal profilattico;
  3. non riutilizzare mai lo stesso profilattico per più rapporti: ad ogni rapporto va utilizzato un profilattico nuovo;
  4. conservateli lontano da fonti di calore e di luce che potrebbero alterarlo;
  5. controllate sempre la data di scadenza;
  6. attente a non romperlo inavvertitamente per esempio con unghie o oggetti taglienti nell’aprire la confezione.

Potete acquistare i profilattici in vari posti: farmacie, supermercati, profumerie, distributori automatici, per cui non dimenticate di acquistare questi amici preziosi per la salute per la vostra prima volta... e per tutte quelle successive!

 

 

Cosa, invece NON si deve fare?

Per la vostra prima volta NON DOVETE:

  1. assumere alcolici o droghe: perchè queste sostanze hanno un effetto negativo anche sulle prestazioni sessuali, e ti espone più facilmente ad avere rapporti non protetti e quindi a un maggior rischio di malattie sessualmente trasmesse.Nel maschio, l’uso prolungato di queste sostanze abbassa i livelli di testosterone, e quindi si riduce il desiderio, è più facile avere l’eiaculazione precoce e difficoltà nell’erezione. Disturbi del desiderio e difficoltà si osservano anche nelle ragazze che abusano di queste sostanze;
  2. fumare: il fumo provova alterazioni del meccanismo dell’eccitazione nella donna e problemi di erezione nell’uomo;
  3. fingere l’orgasmo: non fingete di aver raggiunto il piacere con il partner, magari per non offenderlo, o per timore di non essere in grado di raggiungere l’orgasmo, ma dite apertamente le vostre difficoltà. Solo evidenziando i vostri problemi e parlandone apertamente potrete risolverli;
  4. fare l’amore senza misure contraccettive valide: non dimenticate mai prima di iniziare la vostra attivitò sessuale di adottare una valida metodica contraccettiva come la pillola. Adottare un metodo contraccettivo poco sicuro, o non adottarne affatto vi espone al rischio di una gravidanza indesiderata;
  5. avere rapporti senza il profilattico: come già ampiamente spiegato precedentemente, anche se assumete la pillola abbinate sempre anche il profilattico che è l’unico modo per proteggervi da malattie sessualmente trasmesse;
  6. praticare il coito interrotto: evitate assolutamente di ricorrere al coito interrotto, è un metodo contraccettivo poco sicuro, con alto rischio di gravidanze indesiderate

Una volta prese tutte le vostre precauzioni, procedete tranquille, state rilassate e affrontate con gioia e serenità il vostro primo rapporto d’amore. E se la prima volta magari non è andata proprio come ve l’eravate immaginata... portate pazienza! E’ perfettamente normale. Ci vuole un po’ di pratica e di esperienza per stabilire un rapporto di intesa e di sintonia con il vostro partner e occorrono tempo e disponibilità per capire le necessità dell’altro. Riprovateci... con la pazienza, il tempo, la complicità reciproca, e le precauzioni corrette... andrà sempre meglio!

 

 

 

 

 

 

 

Recapiti

Giancarlo Cariati
Studio: Via Isonzo, 2/M (Palazzo UBI Banca) 87100 - Cosenza (CS) Italia

  • Appuntamenti: (+39) 335 1443463
  • (+39) 338 2349362